BIKE FESTIVAL Civitanova Marche – Quanto corre la Bike Economy

Sensibilità green, salute e benessere, mobilità urbana, scelta di vita ma sopratutto una nuova economia in crescita.

 

Ebbene si, lo confessiamo: noi di MarcheBikeLife abbiamo raccolto tutte quelle richieste che cercano di farsi strada tra le mille insidie di una città, come tutte, progettata e modellata sulle esigenze di una mobilità fatta a quattro ruote.

Infatti, gli spazi delle città anche quelli di media grandezza, sono stati tutti organizzati in funzione delle automobili… di un mezzo che avrebbe dovuto garantire velocità e praticità, il quale invece produce ingorghi, problemi nei parcheggi, smog e problemi di sicurezza generale.

Ecco che le biciclette si palesano come perno anche di una mobilità urbana intermodale: sarà questo il futuro all’interno delle nostre città, che non potranno più essere riprogrammate attorno alle automobili.

La mobilità urbana si modernizzerà verso un sistema fatto di diversi mezzi, pubblici, privati e in sharing che permetteranno a tutti i cittadini di vivere i bellissimi centri cittadini con i loro negozi. Spazi dedicati all’uomo e non più alle lamiere…ritorneremo a vedere bambini felici che giocheranno a piedi e in bici in città a misura d’uomo.

Marchebikelife Bike Festival

La European Cyclist Federation

Ragioniamo su dati reali e certificati, la European Cyclist Federation ha stimato un valore complessivo di 500 miliardi di euro l’anno come benefici positivi derivanti dalla bicicletta, quindi si può immaginare che la bicicletta in prospettiva sia un mezzo di trasporto che fa parte delle soluzioni piuttosto che dei problemi!

Andare in bicicletta previene oltre 18 mila morti premature e patologie croniche come malattie cardiovascolari e diabete, sviluppa un senso di libertà e di gratificazione, ti permette di riprendere i tuoi spazi iniziando a programmare anche le proprie vacanze in bici.

Riprendere tra le mani ciò che abbiamo imparato da bambini, un senso di nobiltà nel godere delle emozioni di libertà ma anche di sana fatica che solo la bici ti può dare.

Perché il Bike Festival Civitanova Marche?

Un festival delle biciclette, un festival per raccontare le bellezze e le eccellenze del nostro territorio, un festival che educa all’ambiente e alla sicurezza, un festival con partecipazioni eccellenti e infine.

Un festival per consegnare ai nostri figli una città da amare!

La grande e sentita partecipazione al primo Bike Festival delle Marche.

Il Bike Festival Civitanova Marche è stato un progetto voluto da MarcheBikeLife & Biocycle Sibillini con il Comune di Civitanova Marche, creando un’evento di tre giorni con sede fissa alla bellissima palazzina liberty del Lido Cluana di Civitanova Marche, dove sono stati realizzati gli incontri con tutti gli operatori del settore e i convegni tematici di approfondimento sul Cicloturismo e la Bike Economy.

L’obiettivo?

Semplice!
Quello di creare un vero e proprio osservatorio economico sul Cicloturismo nel nostro territorio: progettare una rete di operatori Bike Friendly, che possano garantire servizi qualificati ai Cicloturisti e creare un itinerario permanentemente fruibile tutto l’anno che vada dal mare alle montagne in bicicletta passando per i Borghi Antichi e le Città d’Arte del territorio.

Bike Festival

Tra arte e cultura: gli Ospiti del Bike Festival Civitanova Marche

Tre giorni di incontri e di convegni dove si sono avvicendati personaggi importanti del mondo della bicicletta e del Cicloturismo Internazionale.

Abbiamo avuto l’onore di avere nostra ospite Paola Gianotti detentrice di ben 3 Guinness World Record come donna più veloce ad aver fatto il giro del mondo in bici e anche responsabile del progetto “Io rispetto il Ciclista”.

La toccante presenza di Marco Scarponi, fratello di Michele, della “Fondazione Michele Scarponi” con la proiezione del trailer “Gambe”.

Successivamente l’intervento di Giulietta Pagliaccio, Vice Presidente di FIAB, con l’approfondimento di “Cambiamenti Climatici e Comuni Ciclabili”, l’importante intervento di Alfredo Zini Presidente delle Botteghe Storiche di Milano rivolto ai commercianti e le strategie digitali di ConfArtigianato rappresentate dal Responsabile Nazionale Paolo Manfredi.

Non solo dati e notizie utili, ma anche arte e cultura sono state affrontate dal Bike Festival Civitanova Marche, infatti diversi sono stati gli spazi in cui abbiamo dedicato spazio alla cultura con la presentazione di libri dedicati al mondo del ciclismo, “Tutta mia la città” un libro dello scrittore Roberto Peia, Milanese e fondatore degli Urban Messenger Milano nel quale descrive la Milano vista dagli occhi di un Bike Messenger.

Altro motivo di vanto per il Bike Festival è stata la presenza di due blasonati scrittori come Gino Cervi e Giovanni Battistuzzi autori del bellissimo libro “Alfabeto Fausto Coppi”con le illustrazioni di Riccardo Guasco, libro voluto dagli editori in occasione dei festeggiamenti del centenario del Campionissimo Fausto Coppi.

Bike Festival

La bici a teatro.

Non ci siamo fatti mancare niente!

Per chiudere in bellezza la serie di convegni dedicati al Cicloturismo, un omaggio a Gianni Brera e Fausto Coppi nel centenario della loro nascita.
Il compito è stato affidato ad un’effervescente Attore di teatro, Davide Ferrari con il suo monologo “Coppi e il Diavolo” ovvero quando il Campionissimo incontrò GioanBrerafuCarlo.

Lo spettacolo è risultato estremamente coinvolgente e il pubblico è stato per un’ora catapultato in un’Italia nostalgica… le gesta eroiche di Coppi e i punzecchianti articoli di Brera.

 

Un progetto che guarda alla sicurezza e al futuro

In occasione dei tre giorni del Bike Festival, l’Amministrazione Comunale di Civitanova Marche nella figura dell’Assessore al Turismo Maika Gabellieri, si è distinta particolarmente per aver affrontato la tematica sulla sicurezza stradale. Un’Amministrazione attenta alle persone, ai pedoni, ai ciclisti e tutti quelli che hanno diritto di usufruire di un bene comune: la strada.

Infatti, Civitanova Marche è ufficialmente la seconda Città d’Italia ad aver aderito alla campagna di sensibilizzazione e rispetto del Ciclista apponendo all’entrata della città, dei cartelli che avvertono l’automobilista di rispettare il ciclista e tenersi ad un metro 1/2 di distanza.

La cerimonia di posa in opera dei cartelli, ha visto la presenza di Paola Gianotti che insieme a Marco Cavorso sono i referenti nazionali del progetto, Mauro Fumagalli di MarcheBikeLife, Stefano Marchegiani di Biocycle Sibillini, di Maika Gabellieri Assessore al Turismo e tanti altri appassionati che hanno assistito alla messa in opera di un grande gesto di civiltà.

E’ stata una grande festa della bicicletta, laboratori ciclistici, esposizione di bici, grande partecipazione di pubblico.
Oltre 250 persone hanno aderito alle nostre pedalate della Domenica e durante i tre giorni del Bike Festival, grande affluenza di bambini e famiglie, di appassionati, curiosi e semplici cittadini che hanno condiviso le attività ricreative create all’interno del Bike village.

Grande anche la soddisfazione ottenuta dai temi affrontati sulla mobilità ciclistica e intermodale, sulla creazione di un progetto di Cicloturismo che vede la realizzazione di un itinerario Ciclabile che si snoda dal Mare ai Monti Sibillini e la definizione di un anello ciclabile cittadino che permetterà a tutti di essere collegati con la propria città.

Bike Festival Civitanova Marche

Ci vediamo alla seconda edizione del Bike Festival Civitanova Marche – 2020.

Se ti è piaciuto, condividi il post!

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Per iscriverti a un nostro tour, compila tutti i campi del modulo qui sotto.
Riceverai le informazioni sul pagamento per completare l’iscrizione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi